That's All Trend - Streetwear: la parola a Inside Store e Alessandro Mazzei

Release and Cop: Slam Jam x Nike

Cop, Coke Whites, Hypebeast, Yellowed. Parole in codice che sottendono una secret mission?

 

No, è lo Sneaker Slang e se siete degli streetwear addicted probabilmente lo conoscete bene. Lo streetwear è un vero movimento culturale che ha preso piede in America intorno agli anni ’80 e che oggi ha conquistato anche i ragazzi italiani diventando la tendenza del momento. E questo non è passato inosservato alle grandi case di moda che avendone intercettato le potenzialità hanno avviato delle collaborazioni favolose. Un esempio? Virgil Abloh e Louis Vuitton, Supreme e Stone Island, Fila e Fendi, Asics per Vivienne Wstwood

Uno Sneaker Head si racconta

Poi c’è chi ha seguito semplicemente una passione ancor prima che questa diventasse una tendenza e lo ha trasformato in un concept store. Le scelte fatte col cuore portano sempre lontano. Infatti abbiamo conosciuto Alessandro Mazzei, titolare di Inside Store, oggi uno dei punti di riferimento dello streetwear al Sud. Gli abbiamo chiesto un parere ( anzi, più di uno) sulla new wave che ormai imperversa online e offline. Sì perché Alessandro e il suo affiatato team hanno adottato una forte strategia mediatica utilizzando Instagram come preziosa risorsa per raggiungere un pubblico vasto sebbene mirato: i ragazzi.

Alessandro ha una mission, lodevole, ovvero quella di riavvicinare il cliente allo store fisico così da fargli conoscere la cultura che sottende al fit di un capo o al design di una sneaker. Potremmo definirlo un nostalgico che pur conoscendo gli attuali strumenti di mercato, tant’è che il suo canale e-commerce è particolarmente visitato, attraverso eventi e workshop orienta i ragazzi alla cultura urban.

Per dirla con le sue parole:

“Intendo organizzare eventi e workshop durante i quali far interagire i ragazzi. Protagonista indiscussa la sneaker, quindi come è fatta, come si customizza e si cura. Ecco, il custom della scarpa è una tendenza interessante legata al mondo dell’esclusivo perché fa sentire chi le indossa unico, è un modo per urlare la propria personalità , come sostanzialmente fanno tutti quelli che si avvicinano a questo mondo, un incrocio di subculture che cerca un dettaglio che possa distinguerle.

Mi ha sempre affascinato l’aspetto sociologico della moda che altro non è che una modalità di aggregazione e senso di appartenenza. Oggi più che mai i brand sono capaci di “evangelizzare” gli appassionati, credo che Instagram abbia influito molto e abbia aiutato la fruizione di idee e ispirazioni. Soprattutto le pagine dei vari trapper che oggi sono seguiti più di quanto sia capitato a me e a quelli della mia generazione con Micheal Jordan. A proposito di Jordan, ricordo a tutti che la prima vera collaborazione in campo sneaker è avvenuta tra IL cestista e mamma Nike”.

Questo Sneaker Head è uno di quelli che fa una attenta ricerca e selezione in giro per il mondo. Nella scelta di un nuovo brand su cui scommettere incidono molto i viaggi, l’aria che respira nelle città europee. Ora confessa di essere innamorato di Parigi e dell’eleganza con cui si manifesta lo streetwear in giro per le sue rues. In cantiere ci sono collaborazioni con brand sia storici che emergenti.

Vi svelo un segreto, la prossima è con Vision of Super. Non ditegli che ve l’ho detto.

Gli facciamo un grosso in bocca al lupo e mi raccomando, fate un salto sul suo profilo Instagram.

-That's All Trends

Lascia un commento